Nel pomeriggio di ieri, la Squadra Mobile della Questura di Isernia, congiuntamente alla sezione operativa della Compagnia Carabinieri di Isernia, ha dato esecuzione al decreto del magistrato di sorveglianza con sospensione provvisoria della detenzione domiciliare e conseguente carcerazione, nei confronti di un 25enne di San Giuseppe Vesuviano, condannato per reati contro la persona e domiciliato appunto ad Isernia.

Il giovane, già sottoposto ai domiciliari, all’esito di un controllo effettuato dai Carabinieri, si era allontanato dal domicilio dove stava scontando la misura, facendovi rientro solo intorano a mezzanotte accompagnato da propri parenti che lo avevano intercettato nel comune di Vairano Patenora, nel Casertano, e convinto a rientrare nel luogo di detenzione. Il giovane aveva provato a giustificare il suo allontanamento perché venuto a conoscenza delle precarie condizioni di salute madre. La donna vive a San Giuseppe Vesuviano e il 25enne avrebbe voluto incontrarla.