I dati sulla qualità del mare in Campania: ecco le acque balneabili secondo Arpac. Ci sono addirittura dei punti cerchiati di rosso dove i livelli di Escherichia coli ed Enterococchi intestinali sono allarmanti. Secondo i dati rilasciati dall’Agenzia regionale per l’Ambiente, la balneabilità delle coste campane è buona, ma ci sono alcuni punti in cui i livelli di Escherichia coli ed Enterococchi intestinali sono allarmanti. Questi batteri sono all’origine di malattie infettive come il tifo, la salmonella e l’epatite.

Provincia di Napoli. Il primo punto dov’è sconsigliata la balneazione è la foce di Patria, a ridosso delle province di Caserta e Napoli. Restano invece cerchiati in rosso i tratti della costa domiziana, Lido di Licola e Stabilimento balneare. La situazione migliora, ma di poco, alla Stazione Marina di Licola. Torna balneabile il tratto di Via Squalo, nel comune di Giugliano. Bene anche Varcaturo. Maglia nera per il tratto di costa a ridosso del depuratore di Cuma. A Pozzuoli città resta sconsigliato fare il bagno lungo il tratto a ridosso del centro urbano. Interdetta ai bagnanti la fascia costiera che va dal porto a San Giovanni a Teduccio. Bollino rosso per il mare di Pietrarsa, periferia est. Nell’area vesuviana via libera al mare di Ercolano, Torre del Greco e Portici. Bollino rosso per la Foce del Fiume Sarno, nel comune di Torre Annunziata, e a Castellammare di Stabia, nei tratti di Ex Cartiera e Villa Comunale.

Provincia di Caserta. A Sud del Fiume Garigliano, nel comune di Sessa Aurunca, a pochi chilometri da Minturno, il tratto di mare è considerato non balneabile. Appena sufficiente la qualità delle acque pochi chilometri più giù, a Pineta Sud, eccellente invece la qualità delle acque a Baia Domizia e Baia Felice. Off-limits i punti a ridosso della foce del canale Agnena e del Volturno.

Provincia di Salerno. L’Arpac boccia anche la spiaggia Marmorata di Ravello, in attesa di giudizio invece la spiaggia di Minori. Divieto di balneazione per Marina di Vietri e la zona Est Fiume Irno di Salerno. Bollino rosso per i tratti di Magazzeno e La Picciola di Pontecagnano Faiano. Supera di poco la sufficienza invece il litorale di Capaccio Paestum, Ponte di Ferro e Torre di Paestum.