Si trova già in isolamento da alcuni giorni il secondo componente della famiglia della donna trovata positiva ad Ischia venerdì scorso e risultato oggi affetto da coronavirus. Si tratta della sorella della donna che venerdì sera era stata trasferita al Cotugno, la cui positività è stata confermata dal tampone e comunicata al direttore della Asl Napoli 2 D’Amore oggi pomeriggio, nel corso del sopralluogo del dirigente all’ospedale Rizzoli. D’Amore ha verificato l’efficienza della struttura in occasione della gestione di questo recente caso di coronavirus: a quanto si è appreso infatti la donna risultata positiva la scorsa settimana aveva accusato i sintomi tipici del covid 19 sin dalla sua partenza da Livigno per l’isola, senza però avvisare nessuno nemmeno quando si è rivolta al pronto soccorso del nosocomio ischitano.

Dopo il caso dei tre ragazzi rientrati da Capri a Roma e c’è un ulteriore contagio di una turista ritornata a Lucca dopo un soggiorno nell’isola e anch’essa risultata positiva al tampone praticato al rientro, all’atto della comparsa dei primi sintomi. Il sindaco di Capri Marino Lembo dice: «Gli sforzi fatti finora non devono essere vanificati. L’ordinanza sarà la nostra cartina di tornasole, e al prefetto chiederemo di porre la massima attenzione alla sicurezza e alla salvaguardia della salute pubblica. Puntiamo ad avere un’isola ospitale, ordinata ed efficiente, in continuità con la nostra centenaria vocazione turistica».