Home Attualità Avio di Pomigliano, boom di furti tra le auto dei dipendenti: è...

Avio di Pomigliano, boom di furti tra le auto dei dipendenti: è protesta

Proteste tra gli operai dello stabilimento Ge Avio di Pomigliano d’Arco, che chiedono una maggiore sorveglianza all’esterno della fabbrica dopo che, in pochi giorni, sono state danneggiate cinque auto, per portare via gli oggetti al loro interno, mentre le tute blu erano al lavoro. Sul piede di guerra sono scesi Fiom e Failms, che hanno esposto una serie di cartelli all’esterno della fabbrica, ed effettuato anche una sensibilizzazione tra i lavoratori. «Basta ai saccheggi alle nostre auto», si legge su alcuni cartelli posizionati dai sindacalisti, che chiedono all’azienda di attuare misure di vigilanza, o di attivarsi presso le autorità per una maggiore sorveglianza delle aree di parcheggio.

«I lavoratori – ha spiegato Giuseppe Iannaccone, rsu Fiom in fabbrica – ci hanno invitato a manifestare ai vertici aziendali un disagio crescente da mesi». «Alla cassa integrazione – afferma invece Luigi Raiola, rsu Failms – si sono aggiunti i furti alle auto nel parcheggio, danni di migliaia di euro che si impattano sull’economia della famiglia. Ci troviamo di fronte a un gruppo dirigente che non ama il confronto ma decidere solo in modo unilaterale».

Posting....
Exit mobile version