Una badante accusata di furto a Ariano Irpino dall’anziana assistita è stata denunciata dai Carabinieri della locale Stazione anche per indebito utilizzo di carte di credito. L’anziana ultranovantenne si è rivolta ai Carabinieri dopo aver accertato un ammanco sul proprio conto corrente. Vivendo sola, la donna aveva deciso di ricorrere all’aiuto di una badante per le sue faccende quotidiane. Ma qualche tempo dopo, verificando il proprio estratto conto, si è accorta che mancavano circa 13mila euro. Secondo la donna, a sua insaputa, erano stati effettuati vari prelievi di denaro. Al termine di una serie di accertamenti i militari dell’Arma hanno individuato nella badante di origini romene la presunta autrice dei prelievi indebitamente effettuati. Secondo la ricostruzione dei militari, la 50enne aveva sottratto la carta di credito, per poi rimetterla a posto dopo aver prelevato somme di denaro, sfruttando la possibilità di girare liberamente nella casa della vittima. Alla luce degli elementi raccolti, per la badante accusata di furto a Ariano è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Benevento.