Trascinata e picchiata dal fidanzato a Ottaviano, le amiche: «Era una maschera di sangue»


11492

«Quando siamo riuscite a tirarla fuori dall’auto era una maschera di sangue su tutto il volto. Aveva tagli ed ematomi, così abbiamo cercato subito di gettarle dell’acqua fredda per ripulirla». È la testimonianza delle due amiche della ragazza di San Giuseppe Vesuviano massacrata dal fidanzato ad Ottaviano. La 21enne è stata presa a pugni e schiaffi al volto soltanto perché era uscita per un drink con alcune coetanee.



Una storia che ha fatto il giro del web per crudeltà e gelosia morbosa e che alla ragazza, tenuta per una notte in osservazione all’ospedale di Nola, ha lasciato non solo le ferite alla faccia, ma soprattutto quelle dell’anima. Il 22enne di Ottaviano, subito fermato dai carabinieri di Torre Annunziata, è stato denunciato ma la testimonianza della vittima potrebbe aggravare la sua situazione. Ai medici ed alle forze dell’ordine ha infatti confessato che i maltrattamenti andavano avanti da tempo.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE