Regionali, stoccata del senatore Carbone: «Numero due Lega dimentica sua condanna»


1360

«Al lombardo Crippa, che al pari di altri suoi compaesani invoca l’incandidabilità per chiunque abbia qualche problema con la giustizia, rivolgerei giusto due domande. La prima: lo sa che tra i novelli leghisti campani frutto della loro spregiudicata campagna acquisti e prontamente candidabili non manca chi ha problemi con la giustizia e persino chi è indagato proprio per voto di scambio? La seconda: non avranno nessun problema i moralizzatori padani a candidarli? Naturalmente per quanto ci riguarda restiamo garantisti ma, viste certe basse insinuazioni paranoico-giustizialiste, le domande passano a tre: ma parla proprio lui già condannato, anche ad un congruo risarcimento, per la nota vicenda del Museo Egizio di Torino?». Così il senatore campano di Forza Italia, Vincenzo Carbone, commentando le dichiarazioni del vice segretario della Lega Andrea Crippa sulla decisione del capogruppo regionale campano di Forza Italia, Armando Cesaro, di non candidarsi alle prossime elezioni regionali.



Il senatore di Palma Campania, dunque, non le ha mandate a dire a difesa di Forza Italia dove non mancano forti frizioni con la Lega in merito alle Regionali, motivo per cui Armando Cesaro ha fatto un “passo di lato” scegliendo di non ricandidarsi da capogruppo uscente. «Apprezzo la scelta di Armando Cesaro, ma era una condizione assolutamente necessaria». Il vice segretario della Lega, Andrea Crippa, aveva commentato così la scelta del capogruppo in consiglio regionale per Forza Italia di rinunciare a ripresentarsi dopo le polemiche innescate dal leader della Lega Matteo Salvini sulla sua partecipazione alle prossime elezioni regionali. «Chiunque abbia avuto problemi con giustizia o fatto parte di amministrazioni chiacchierate – aggiunge Crippa, ad Avellino per un incontro con i simpatizzanti e i dirigenti della Lega in vista delle elezioni – non può sedersi in giunta o in consiglio con la Lega».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE