Regionali in Campania, Cesaro: «Non mi candido». E attacca Salvini


459

«Salvini fa il suo gioco, non mi vuole in campo perché pensa di racimolare qualche preferenza in più, ma ha sbagliato palazzo». Lo ha detto Armando Cesaro, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale della Campania, dopo aver annunciato il “passo di lato” che esclude la sua candidatura alle prossime regionali in Campania. Commentando le recenti dichiarazioni del leader della Lega Matteo Salvini, che ha auspicato «liste di qualità» e la «fine dell’epoca dei Cesaro e dei Cosentino», Armando Cesaro ha aggiunto: «Il leader della Lega spesso e volentieri in questi giorni parla di me. Sono onorato che un leader di un grande partito parli di un semplice consigliere regionale di una “piccola” regione del Sud. A Salvini chiedo semplicemente di documentarsi su tutto quello che ho fatto in questi anni. Ma se uno è giustizialista deve esserlo con tutti. La storia ci ha insegnato che occorre diffidare sempre dai moralisti, ce lo ha insegnato la storia, il mio partito e il presidente Berlusconi».



Interpellato infine sulla sua eventuale presenza all’apertura della campagna elettorale del candidato del centrodestra Stefano Caldoro, Armando Cesaro ha risposto: «Penso ci sarò, sperando che non ci sia Salvini, visto che non ha piacere a stare sul palco con me». «Sono incappato in un procedimento per voto di scambio ma sono sereno perché ho fiducia nella magistratura – conclude – Tuttavia in Italia c’è un problema: non si aspetta il terzo grado di giudizio. Qualunque politico incappa in un procedimento è condannato al momento dell’avviso di garanzia. Resta un po’ di amaro ma sono sereno perchè il mio comportamento è stato il più corretto possibile».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE