Si tinge ancora più di giallo il presunto suicidio di questa mattina a Palma Campania, dove una 33enne è stata trovata impiccata nella sua abitazione di Via Ciccarelli. Secondo quanto appreso, proprio in queste ore il pm di turno insieme ai carabinieri di Nola e della stazione palmese, stanno interrogando una persona per chiarire alcune anomalie in quello che nelle prime battute era subito apparso come un gesto estremo da parte della vittima. Insomma, al momento non si può escludere l’omicidio. Poi – se la pista fosse confermata – qualcuno avrebbe impiccato il corpo per simulare un suicidio. Tuttavia ora la pista è solo nelle fasi preliminare, ma non viene affatto scartata.

Palma Campania è dunque in apprensione, oltre che già devastata dal dolore per la perdita di una ragazza benvoluta dalla comunità e che operava in un maneggio della zona anche con i bambini in difficoltà. Secondo quanto emerge da fonti vicine agli investigatori, elementi come la posizione del corpo trovato impiccato ed alcune tracce non convincerebbero gli investigatori. Il caso per adesso non può essere chiuso come suicidio. Tant’è vero che gli stessi familiari avevano subito scartato la pista secondo la quale la giovane si sarebbe tolta volontariamente la vita. Ed a questo punto non è detto – anzi – che si sbagliassero.