Pompei, messa per Alessia: la 30enne trans indicata sui manifesti con il nome maschile


2026

Su iniziativa di Paola Cristiano e del Pride Vesuvio Rainbow si è tenuta, alle 18 di martedì presso la chiesa parrocchiale della Santissima Trinità di Torre Annunziata, una messa in suffragio di Alessia Cirillo, la 30enne transgender di Pompei deceduta in aprile a seguito di un cancro e indicata sui manifesti funebri col nome anagrafico al maschile. A dare la notizia è gaynews.it



A presiedere la celebrazione eucaristica don Ciro Cozzolino, referente locale di Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, che nell’introdurre l’atto penitenziale ha invitato a riconoscere «i nostri peccati soprattutto quelli verso l’accoglienza degli altri» e ha quindi aggiunto: «Oggi siamo qui per un atto di giustizia per Alessia».

Raggiunto telefonicamente, il sacerdote campano ha affermato: «La celebrazione è stata un momento di preghiera e ricordo per Alessia, che ha particolarmente sofferto in vita. Il mio è stato un gesto di accoglienza, atteggiamento cui ci invita verso tutti Papa Francesco. Bisognerebbe sempre ricordare che Dio ama e rispetta ogni persona nella sua unicità a differenza di quanto facciamo noi, che di tale unicità non abbiamo spesso rispetto alcuno».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE