Fabbrica dell’orrore a Poggiomarino: niente sicurezza e operai maltrattati. Scattano i sigilli


4086

Quel locale da 180 metri quadrati adibito ad attività di produzione di capi di abbigliamento era stato impiantato – secondo l’accusa – in violazione delle norme relative alla sicurezza sui luoghi di lavori. Per questo motivo la struttura è stata sequestrata e la titolare, una donna di origine cinese, è stata denunciata. Il fatto è avvenuto a Poggiomarino dove i carabinieri della locale stazione e i militari del nucleo operativo di Napoli del comando per la tutela del lavoro hanno sequestrato il locale, scoprendo anche due lavoratori extracomunitari a nero privi di qualsiasi tutela assicurativa e macchinari non conformi alle norme sulla sicurezza. Per la titolare dell’esercizio è scattata la denuncia per violazione delle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro ed il sequestro dell’intero impianto. Sono state elevate inoltre sanzioni amministrative per un importo complessivo di 94mila euro.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE