«Daremo, senza fretta, una risposta congrua a un somaro geneticamente puro. Per il resto, parlando di cose piacevoli, onore a Rino Gattuso e lunga vita al “catenaccio”, che si conferma uno strumento di perfida efficacia nel fare impazzire gli avversari, e capace di produrre un godimento sportivo di rara intensità». Il “somaro” sarebbe riferito a Matteo Salvini, il leader della Lega è infatti riuscito ad attaccare i tifosi napoletani dopo gli assembramenti in seguito alla vittoria del Napoli della Coppa Italia. Chiaramente è fuorilegge assembrarsi ma a De Luca come a molti napoletani non è andato giù che si stato Salvini a parlarne, dopo che lui stesso in più occasioni ha dato l’esempio sbagliato, sfilando tra migliaia di persone senza mascherina, passando telefoni di mano in mano, e abbracciano i simpatizzanti.

La replica dell’ex ministro a De Luca, che tuttavia non l’ha mai nominato, è arrivata stamane: «Io un somaro geneticamente puro? De Luca ce l’ha con me, è un poveretto, lui era quello che durante il virus diceva che ho la montatura degli occhiali color della cacca, parliamo di cose serie», dice Salvini, intervenendo su 7Gold, a “Aria pulita”, riferendosi al governatore della Campania, Vincenzo De Luca. «Io pure – dice il leghista – sono tifoso di calcio, ma c’erano in piazza ventimila persone, e il governatore della Campania che non voleva dalle sue parti milanesi, dovrebbe stare attento agli assembramenti».