Carabiniere di Somma Vesuviana ucciso: il pusher derubato era un informatore del 112


2031

Era un informatore delle forze dell’ordine il presunto spacciatore Italo Pompei. C’è un carabiniere che nel settembre scorso lo ha fatto mettere a verbale chiarendo uno dei punti incerti del processo per l’omicidio del militare dell’Arma Mario Cerciello Rega di Somma Vesuviana, ucciso a luglio scorso a Roma dove prestava servizio. L’atto su Pompei è stato depositato ieri.



Secondo gli inquirenti era l’uomo che avrebbe dovuto dare la droga ai due americani Finegan Lee Elder e Christian Natale Hjorth, che rispondono dell’accusa proprio di aver ammazzato Cerciello Rega. Nelle scorse udienze il colonnello Lorenzo D’Aloia, comandante del Nucleo investigativo dei carabinieri di Roma, aveva riferito dell’esistenza del verbale che, su istanza delle difese, è stato oggi acquisito e messo a disposizione delle parti.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE