Gli hanno tributato elogi, omaggi ed articolo di giornale come difficilmente succede per i ristoratori, soprattutto quelli “importati”. La provincia di Brescia si è fermata per Rafè, il ristoratore di Poggiomarino ormai trapiantato sul lago dove si è spento all’età di 70 anni, a causa di un attacco cardiaco. Raffaele Nappo, originario appunto di Poggiomarino, viveva sul lago da oltre 35 anni. Molto conosciuto in tutto il Garda per aver gestito diversi ristoranti: Al Pesce di Manerba, il Boomerang di Moniga, Le Vele di Bogliaco e infine era tornato a Moniga per gestire La Dogana.

Il suo funerale si terrà oggi alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di Moniga, partendo dalla sua abitazione di via Namponti 4. Lo piangono la moglie Angelika, le figlie Nicole e Moniga, i generi Maurizio e Dario, i fratelli Antonio, Vincenzo, Mario e Francesco oltre alle sorelle Mariateresa e Graziella. Chiaramente da Poggiomarino sono partiti i familiari che hanno trovato un incredibile vicinanza da parte della comunità locale per “Rafè”, così come veniva chiamato nell’ambiente e dai suoi tanti fedelissimi clienti.