Presidi fissi delle autorità preposte per evitare gli assembramenti di cittadini registrati in questi giorni. Li ha annunciati il sindaco Francesco Ranieri, che con severità ha commentato quanto successo in queste ultime ore in paese, nel quale sono arrivate decine di segnalazioni su assembramenti di giovani e meno giovani. «Tutte totalmente confermate dopo un mio personale giro di perlustrazione, sono arrabbiatissimo. Come posso pretendere dai giovani quando noi adulti diamo un pessimo esempio? Dopo quanto visto sabato sera e ieri mattina ho previsto presidi fissi delle autorità preposte. Dispiace, ma non posso fare altrimenti» ha detto il primo cittadino terzignese. «Sarò severissimo perché è impossibile non capire che questo momento è fondamentale per non ricadere in una situazione drammatica. Non consentirò a nessuno di mettere in discussione il lavoro di questi due mesi. Stiamo cercando di far ripartire la attività, nessuno deve ora permettersi di eludere gli obblighi. Molti pensano che sono già liberi, e invece dobbiamo continuare a stare a casa e uscire solo per determinate esigenze, non per affollare le piazze» ha concluso Ranieri.