Un piccolo esercito di spacciatori di droga, con una “nonnina 74enne”, Anna Gallo, detta “ninnacchera, vedova del boss Ernesto Venditto, che smistava la cocaina. Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata hanno notificato ieri un’ordinanza di custodia cautelare, eseguita tra Torre Annunziata, Boscoreale, Boscotrecase e in altre parti della Regione Campania e del territorio nazionale. Il provvedimento, emesso dal gip del tribunale di Torre Annunziata, su richiesta della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, ha raggiunto 21 soggetti per i reati di spaccio e detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Più in particolare, è stata disposta: la misura della custodia cautelare in carcere nei confronti di 17 persone: Antonio Albergatore, 31 anni; Alberto Attianese, 36 anni; Gianluca Attianese, 36enne; Samuè Balzano, 40 anni; Alfonso Bombardino, 37 anni; Luigi Izzo, di 57 anni; Dashamir Lazri, 47enne; Giuseppe Malvone, di 58 anni; Mario Menichini, di 46 anni; Salvatore Miranda, di 55 anni; Alfredo Nasto, 36 anni; Angelo Oppio, 56 anni; Francesco Rinaldi, di 32 anni; Raffaele Rispoli, 44 anni; Aniello Solimeno, 39 anni; Raffaele Solimeno, 36 anni; Alberto Vanacore, di 45 anni e Salvatore Vanacore, 42. Misura degli arresti domiciliari per: Dario Farricelli, 27 anni; Domenico Galletti, 37 e Davide Rispoli, 33 anni.

Infine, divieto di dimora nel comune di residenza nei confronti di Anna Gallo, di 74 anni, “ninnacchera’ che risulta solo indagata. L’indagine, avviata nel novembre 2017, ha permesso di documentare una reiterata attività di spaccio di sostanze stupefacenti, con oltre 70 episodi di cessione e spaccio puntualmente ricostruiti. Nel corso delle indagini, a riscontro delle attività di intercettazione poste in essere, sono stati rinvenuti e sequestrati in più occasioni quantitativi di droga per un volume complessivo di circa 25 chili di marijuana e grammi 420 di cocaina.