Una decina di persone, familiari stretti e basta, hanno partecipato ieri all’ultimo saluto a Vincenzo Lanza, l’operaio 55enne dell’Adler Plastic deceduto nello scoppio di martedì all’interno dell’azienda. È passato a fare le condoglianze anche Paolo Scudieri numero dell’azienda con decine di filiali in tutto il mondo. Un messaggio di cordoglio per la famiglia della vittima arrivato da un imprenditore che ha sempre messo la faccia tra i suoi dipendenti. Oltre ai congiunti più stretti, i soli a poter partecipare per decreto anti-Covid alla cerimonia funebre all’interno del cimitero, anche i quattro parroci cittadini che hanno officiato il breve rito religioso ed il sindaco Luca Capasso.

Il sindaco ha infine espresso il suo ultimo saluto sui social: «Questa emergenza sanitaria ci ha impedito di essere presenti, ma sono sicuro che oggi saremmo stati migliaia, perché in tanti volevano bene ad Enzo. Il dolore composto con la quale la famiglia sta affrontando questo terribile lutto è un esempio per tutti. A loro va il nostro abbraccio affettuoso, con una promessa solenne: non vi lasceremo soli, non vi abbandoneremo. Ciao Enzo, sei stato un grande uomo, un lavoratore, un ottavianese vero».