Scandalo corruzione all’Asl Napoli 3, sequestrati 7 milioni a imprenditore dei Casalesi


914

I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Lucca hanno eseguito un decreto prevenzione antimafia, emesso dal Tribunale di Firenze, nei confronti di un imprenditore 53enne residente a Caserta, già operante tra la Toscana e la Campania, e della moglie, attraverso il sequestro di beni immobiliari e mobiliari nonché di compagini societarie per un valore di circa 7 milioni di euro.
Il provvedimento è collegato all’operazione «Ghost Tender», condotta dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Lucca, che, nel marzo 2018, sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Firenze, aveva portato, oltre che a primi sequestri di beni, all’arresto di 5 persone tra la Toscana e la Campania e alla denuncia a piede libero di altri responsabili, in quanto appartenenti o fiancheggiatori di un’associazione a delinquere operativa dal luglio 2013, con base a Lucca e contigua al clan camorristico dei Casalesi, facente capo alla fazione Zagaria, radicata nel casertano, dedita all’illecita aggiudicazione di appalti, alle frodi in pubbliche forniture e al riciclaggio.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE