Home Attualità San Giuseppe Vesuviano: dopo il contagio anche l’assembramento con 20 ragazzi

San Giuseppe Vesuviano: dopo il contagio anche l’assembramento con 20 ragazzi

Nuovo contagio in città, ma in tanti continuano a non rispettare le regole. «Registriamo, purtroppo, un nuovo caso di positività al Covid-19. Gli uffici competenti dell’Asl stanno provvedendo a risalire ai contatti a rischio intercorsi negli ultimi giorni. Noi provvediamo immediatamente alla emanazione delle ordinanze di isolamento domiciliare preventivo» ha annunciato il primo cittadino di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, ribadendo «il categorico invito all’uso delle mascherine, al mantenimento del distanziamento fisico ed al rispetto di tutte le norme igienicosanitarie» e ricordando a tutti «che ci si continua a spostare solo in presenza di comprovate e valide motivazioni». Indicazioni e norme che però sono in tanti in questa Fase 2 a non rispettare alla lettera. Come i numerosi giovani che ieri pomeriggio hanno affollato l’area dell’ex Ferrovia dello Stato.

Un vero e proprio assembramento che ha fatto andare su tutte le furie il sindaco Catapano. «Questo è disprezzo per la vita: mentre comunichiamo un nuovo caso di positività nella nostra città, questo è ciò che avviene nell’area ex RFI: assembrati a bivaccare e senza mascherine. Ho chiesto alla Polizia Municipale un intervento immediato. Sanzioni da 400 a mille euro ai maggiorenni e, per i minorenni, ovviamente, risponderanno i genitori, tenuti per legge alla sorveglianza. E non voglia il cielo che qualcuno nei prossimi giorni risulti positivo al Covid-19: in tal caso le condotte potranno essere segnalate alla Procura della Repubblica» ha detto Catapano.

Exit mobile version