Riaprono i negozi a Striano: l’invito da domani è di spendere in paese


750

Inizia ufficialmente da domani la fase 2 dell’emergenza Coronavirus e riaprono le attività commerciali sul territorio comunale. È partito così da alcune ore l’invito attraverso un hashtag #iocomproaStriano ed un video messaggio, per aiutare la ripresa dell’economia locale, messa seriamente in ginocchio a causa del lock down degli ultimi due mesi. Un appello accorato promosso dagli amministratori strianesi (sindaco, assessori e consiglieri) e da un gruppo di comuni cittadini, rivolto agli stessi strianesi, affinché da domani tornino ad acquistare presso le attività commerciali del paese. Non solo recandosi negli esercizi che forniscono i beni di prima necessità (alimentari, casalinghi, farmaci, carburanti, tabacchi ecc…) ma anche presso le attività commerciali rimaste da settimane pressoché al palo, come ad esempio i bar, i ristoranti, le pasticcerie, i negozi di abbigliamento, i barbieri, i centri estetici, le concessionarie di auto, molto diffuse sul territorio. Ma occorrerà superare un po’ di paura e di diffidenza visto che gli accessi ai negozi saranno contingentati e disciplinati dal distanziamento sociale e dai dispositivi di protezione, mascherine e guanti (in alcuni casi). Chiaramente la stessa contrazione dei redditi di questo periodo per diverse categorie (autonomi, cassintegrati e molti incapienti), sarà un ostacolo non da poco come incentivo ai consumi. Ma un po’ di fiducia, un po’ di impegno personale e di solidarietà tra i cittadini, potranno invogliare ciascuno a dire (e a fare soprattutto) #iocomproaStriano.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE