Radioterapie con farmaco sperimentale, sequestro Pet/Tac in un centro a Torre Annunziata


862

Sequestro preventivo emesso dal gip di Torre Annunziata per un apparecchiatura Pet/Tac di un centro medico della cittadina vesuviana. Sigilli anche per la strumentazione necessaria alla preparazione e somministrazione di un radiofarmaco denominato rame cloruro 64 e di somme di denaro ritenute provento di una truffa ai danni del Servizio sanitario regionale. Le indagini dei carabinieri abbracciano un periodo che va da agosto 2015 a luglio 2018, durante il quale il Centro ha effettuato circa 700 prestazioni diagnostiche con questa Pet/Tac, somministrando impropriamente il radiofarmaco che era autorizzato solo in ambito sperimentale. I pazienti, tutti affetti da patologie tumorali e provenienti anche da altre regioni d’Italia, credevano di effettuare una prestazione innovativa e non di essere inseriti in una sperimentazione. Inoltre, il Centro talvolta chiedeva il rimborso della prestazione ad alto costo anche quando non era eseguita. Secondo i calcoli, avrebbe cosi’ creato un danno alla sanita’ campana per 190mila euro e una tentata truffa per altri 800mila.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE