Nube tossica a Ottaviano, arriva l’Arpac: «Divieto di raccolta nel raggio di un chilometro»


6791

L’Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania, si legge in una nota, «è immediatamente intervenuta, di concerto con i Vigili del Fuoco e le altre forze impegnate sul campo, per intraprendere i primi interventi utili per valutare gli effetti ambientali dell’incendio divampato oggi pomeriggio nello stabilimento Adler di Ottaviano. Al momento sono presenti sul posto tecnici del Dipartimento provinciale di Napoli». «Non appena sarà possibile, in base alle condizioni di sicurezza, l’Agenzia inizierà il monitoraggio delle matrici ambientali interessate dall’evento, a cominciare dal monitoraggio della qualità dell’aria», prosegue la nota. «I risultati delle indagini ambientali svolte dall’Agenzia saranno comunicati alle autorità competenti e diffusi attraverso il sito istituzionale dell’Ente», conclude la nota. Intanto il sindaco di Ottaviano spiega: «Su richiesta dell’Arpac ho disposto con una ordinanza il divieto di raccolta e commercializzazione dei prodotti agricoli nel raggio di un chilometro dal luogo dell’esplosione avvenuta oggi ad Ottaviano. I tecnici hanno provveduto a montare le centraline per rilevare la qualità dell’aria».



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE