Home Attualità Non basta il Coronavirus: a Saviano spunta il terrore dell’antenna 5G

Non basta il Coronavirus: a Saviano spunta il terrore dell’antenna 5G

Temono l’installazione di un’antenna 5G, residenti in fibrillazione. Temono per la propria salute i residenti nella Traversa Sena a causa dell’imminente installazione di un’antenna per telefonia mobile 5G su un fondo agricolo di proprietà privata. Oltre all’accesso agli atti della Regione, del Comune, dell’Arpac, dell’Asl Napoli Sud 3, è stato inoltrato un esposto alla Procura della Repubblica di Nola, è stata richiesta al sindaco facente funzioni Carmine Addeo e all’assessore all’Ecologia Luigi Cappella la convocazione di una Conferenza di Servizi con tutti gli attori pubblici coinvolti. Intanto nei prossimi giorni sono previsti incontri con Legambiente e con Codacons.

«Non vogliamo essere cavie del 5G – hanno detto alcuni cittadini – rivendichiamo il diritto alla salute ed il principio di preventiva cautela in un territorio notoriamente colpito dalle polveri sottili e dai roghi illegali. Invitiamo il sindaco ed in particolare l’assessore Cappella, anche per le sue competenze professionali, a sospendere ogni iniziativa lesiva dei nostri interessi fino alla conclusione dei dovuti accertamenti sanitari ed ambientali. Sollecitiamo – concludono – l’intervento a nostro sostegno dell’Isde Medici per l’Ambiente della Sezione di Nola, che in passato è stato determinante a Saviano per lo spostamento dell’antenna dell’edificio scolastico Principessa Maria di Piemonte di via Roma».

Posting....
Exit mobile version