Sono 8 le persone finite in caserma dopo la maxi-rissa avvenuta questa mattina a San Gennarello di Ottaviano, dove è nata una feroce lite tra due nuclei familiari uniti da vincoli di parentela. Il ferito più grave è un uomo che è stato trasportato all’ospedale Cardarelli di Napoli dal 118 di San Giuseppe Vesuviano prontamente intervenuto sul posto. Il paziente ha riportato un trauma cranico ed alcune ferite al volto. Per fortuna, pur arrivato in codice rosso, la tac ha escluso più gravi lesioni cerebrali e non è in pericolo di vita.

Risulta lievemente ferito ad una mano anche un carabiniere, motivo per cui sono stati chiamati i rinforzi sul posto facendo temere alla popolazione che fosse accaduto qualcosa di molto più preoccupante. Secondo le prime notizie si era parlato anche di spari, ma a quanto sarebbe stata una reazione contro i militari a fare scattare la corsa delle gazzelle in Via Ammirati dove l’uomo colpito giaceva a terra sanguinante. Non è mancata la folla di curiosi scesi in strada nonostante il lockdwn per il Coronavirus, con i carabinieri che si sono trovati anche a fronteggiare quest’altra emergenza.