I negozianti cinesi del Vesuviano verso la riapertura, ma solo se i contagi caleranno ancora


2281

Sono stati i primi a chiudere già prima del lockdown, quando al Sud i contagi erano ancora a quota zero. E potrebbero essere tra gli ultimi ad aprire, ammesso che decidano di farlo. Si tratta dei negozianti cinesi, in particolare quelli dell’area vesuviana che a parte qualche caso sporadico hanno le serrande abbassate da fine febbraio, pur potendo restare aperti per la vendita di detersivi e materiale da ferramenta. Invece no, la comunità ha deciso per lo stop e potrebbero riaprire il 18 maggio, quando dovrebbe ripartire il commercio al dettaglio. Ma nulla è ancora deciso: i commercianti si rivedranno la settimana prossima per valutare la quantità dei contagi da Coronavirus in Italia ed al Sud e verificare se è il caso di correre il rischio: parteciperanno commercianti e grossisti cinesi di San Giuseppe Vesuviano, Ottaviano, Poggiomarino, Boscoreale, Terzigno, Somma Vesuviana e località limitrofe. Il Coronavirus fa paura, ed a quanto pare ancora di più alla comunità cinese, la prima ad avere vissuto la pandemia in Patria.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE