Fiume Sarno inquinato, chiuso depuratore de “La Doria”. L’azienda: «Noi siamo in regola»


949

Dopo l’allarme lanciato all’indomani dell’avvio della fase due di un ritorno di inquinamento nel fiume Sarno, oggi, i carabinieri forestali hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal gip del tribunale di Nocera Inferiore, di un impianto di depurazione allo stabilimento industriale della società La Doria spa a Sarno, nel Salernitano. Nell’indagine, coordinata dal procuratore Antonio Centore e dal pm Anna Chiara Fasano, oltre ai militari dell’Arma, hanno partecipato diversi tecnici ambientali, tra cui l’Agenzia regionale per protezione ambientale di Salerno e il Parco regionale del bacino idrografico del fiume Sarno.



Il gip Giovanni Pipola ha disposto il sequestro delle vasche situate a valle dell’impianto di depurazione del sito produttivo, vasche non indicate come aree di deposito temporaneo nell’atto di autorizzazione e nelle quali, secondo la tesi investigativa, sarebbero stati illecitamente depositati rifiuti liquidi e fanghi. Inoltre, con il provvedimento del giudice, è stato posto sotto sequestro anche l’impianto di osmosi e di filtrazione del sito produttivo da dove le acque, durante il ciclo industriale, sarebbero finite direttamente nel rio Foce, affluente del Sarno, senza un trattamento preventivo di depurazione.

«La Doria Spa, intanto, ha reso noto di aver presentato tramite i propri legali istanza di dissequestro al Tribunale di Nocera Inferiore del depuratore delle acque reflue dello stabilimento di Sarno, parzialmente sequestrato dai Carabinieri Forestali, e richiesta di riesame al Tribunale della Libertà di Salerno. L’impresa afferma di essere in possesso di «una serie di documenti che il pm e il Gip non hanno potuto esaminare, comprovanti la totale estraneita’ dell’azienda ai fatti contestati e più in generale ai fenomeni di inquinamento del Fiume Sarno». La Doria Spa esprime «piena fiducia nell’operato della magistratura, offrendo massima collaborazione per l’accertamento dei fatti».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE