Nel giorno delle riaperture, nel pieno della fase 2 dell’emergenza coronavirus, gli italiani riscoprono la libertà e stabiliscono le priorità, affollando i negozi e, in particolare, i megastore. Il simbolo della ripartenza non è il piccolo negozio di quartiere, bensì Ikea: tutti i punti vendita in Italia del colosso svedese, infatti, sono stati presi d’assalto già da questa mattina. Lo stesso avviene in Campania: lunghe code nei punti vendita di Afragola e di Baronissi, dove ci sono anche famiglie con bambini.

Un incredibile afflusso di clienti in ogni Ikea d’Italia ha causato, ovviamente, lunghe code. Con i controlli all’ingresso e gli accessi contingentati, moltissimi italiani si sono messi pazientemente in fila, attendendo anche più di un’ora prima di poter entrare nei negozi decisamente estesi ma, per ragioni di sicurezza, affollati col contagocce al loro interno. In alcuni casi è andata anche peggio: in Lombardia, negli store di Carugate e Corsico, i clienti avevano formato lunghe code già due ore prima dell’apertura, mentre a Roma, nello store di Tor Vergata, le lunghissime file si sono snodate intorno alle strade adiacenti.