«Dopo oltre dieci giorni, registriamo un nuovo caso di positività a Scafati. Si tratta di una persona che era in quarantena obbligatoria, essendo familiare convivente di un altro concittadino positivo. Anche stavolta, quindi, ci troviamo di fronte ad un contagio intra-familiare. Non ci sono motivi per allarmarsi e farsi prendere dal panico. La persona in questione era in isolamento domiciliare, non ha quindi avuto contatti con l’esterno». Ad annunciarlo il sindaco, Cristoforo Salvati in merito alla situazione dell’epidemia in città.

«Il numero dei positivi nella nostra città resta, in ogni caso, invariato. A fronte di un contagio, abbiamo infatti un altro guarito, una persona dimessa dall’ospedale dopo diverse settimane. Ne siamo contenti. Dobbiamo andare avanti con fiducia e continuare a stare attenti. L’emergenza non è finita, il virus è ancora tra noi ma se adotteremo i comportamenti corretti riusciremo a tenerlo a debita distanza. Non abbassiamo la guardia. Ci stiamo avviando alla normalità, ma è proprio adesso che bisogna prestare maggiore attenzione. È indispensabile continuare a mantenere il distanziamento sociale, lavare spesso le mani, indossare sempre la mascherina quando usciamo, perché è l’unico mezzo per proteggerci».