Non ce l’ha fatta il 41enne che da oltre un mese combatteva contro il Coronavirus. Si è spento nella mattinata di ieri presso l’ospedale di Boscotrecase, dove era stato condotto dopo aver contratto l’infezione da Covid-19 testimoniata dalla positività al tampone a cui era stato sottoposto. A dare il triste annuncio pubblicamente il sindaco di Volla Pasquale Di Marzo, che ha voluto informare la cittadinanza dell’accaduto e testimoniare la vicinanza sua e dell’intera amministrazione comunale da lui guidata alla famiglia della vittima. «Ho appreso la triste notizia del decesso di un nostro giovane concittadino contagiato dal Covid-19: l’amministrazione tutta esprime la propria vicinanza alla famiglia» ha detto la fascia tricolore vollese, che nel corso di questi mesi, via social, ha puntualmente aggiornato la cittadinanza circa gli sviluppi del contagio all’interno dei confini comunali.

Contagio che a Volla non ha mai assunto proporzioni di particolare rilievo: la situazione, anche per il virtuoso comportamento dei vollesi e per i controlli disposti che hanno favorito la permanenza domestica anche dei più indisciplinati tra i residenti, è sempre apparsa sotto controllo, ma purtroppo adesso in piena fase due, quando il peggio sembra essere ormai dappertutto alle spalle, il comune a metà strada tra l’area Nord di Napoli e la provincia vesuviana deve contare il primo decesso, dopo il susseguirsi, nelle scorse settimane, di una serie di buone notizie che avevano portato il conto dei positivi al Covid-19 quasi a zero. La comunità cittadina è rimasta addolorata per la perdita del 41enne, che da tempo tuttavia non era a Volla a causa di una lunga degenza riabilitativa resasi necessaria a causa di un incidente.