«Tutto quello che naturalmente si è verificato, con la mobilitazione spontanea ed emotiva dei cittadini, non è assolutamente riconducibile alla nostra iniziativa, che non aveva nessun intendimento di organizzazione di evento pubblico». Si giustifica così il vicesindaco di Saviano, Carmine Addeo, rispetto alle polemiche sorte sulla commemorazione in strada del sindaco, Carmine Sommese, morto ieri di Coronavirus.

«L’intendimento dell’Amministrazione – spiega Addeo – era quello, in maniera spontanea e privata, di consegnare la fascia tricolore, appartenuta ad un sindaco in carica per 20 anni, alla famiglia. E il vicesindaco – conclude Addeo – con i consiglieri avrebbe salutato il passaggio del feretro davanti al comune prima di giungere al cimitero». Ma qualcosa è andato oltre, troppo oltre, e con il passaggio del feretro in centinaia si sono riversati in strada.