Tensione in un condominio di via Aldo Moro dove gli abitanti hanno scoperto solo per caso di avere nel proprio palazzo una ragazza contagiata dal Coronavirus. Ma il peggio è stato che anche la diretta interessata ha appreso di essere stata infettata dal virus solo quando ha visto che un’impresa incaricata dal Comune era venuta per sanificare l’area in cui abita. È quanto accaduto nel quartiere periferico di Pompei, dove è nata una sommossa proprio per il modo in cui viene gestita la situazione. Gli operatori addetti alla sanificazione erano giunti in via Aldo Moro a causa di un caso positivo al Covid-19. I residenti, ignari del fatto, vendendo giungere sul posto gli operatori, se ne sono chiesti il motivo e alla fine si è scoperto che c’era nel loro condominio una ragazza che era stata sottoposta a test per il Coronavirus. La rabbia dei cittadini è subito esplosa contro gli operatori della sanificazione perché nessuno era al corrente del rischio di contagio. Persino la giovane non era a conoscenza dell’esito del tampone, effettuato pochi giorni prima. Dopo uno violento scontro verbale tra i cittadini e gli operatori della sanificazione è tornata la calma e sono state espletate le operazioni necessarie. Quello che ha suscitato scalpore è che nonostante le richieste da parte dell’amministratore del condominio, che si era interessato del problema, non ci sarebbero state risposte dall’Ente.