C’è chi era in strada per controllare le attrezzature di un lido dato in locazione e chi ha detto che stava portando un libro ad un’amica. C’è chi il giorno di Pasquetta ha riferito di essere uscito per fare la spesa, quando tutti i negozi erano chiusi per ordinanza regionale, e chi, come un commercialista, ha dichiarato che stava andando in ufficio per lavorare. Controlli della polizia metropolitana e scuse nel giorno di Pasquetta: giustificazioni che in alcuni casi sono costate care, anche oltre 500 euro. In totale sono stati 262 i controlli messi in atto e nove le sanzioni. Tra i multati a Pompei anche un soggetto proveniente da Boscotrecase diretto a Scafati a suo dire per effettuare un prelievo al bancomat nella giornata del Lunedì in Albis: per lui è scatta la multa da 533 euro.