Nuovo caso di Coronavirus a Palma Campania, presidio fisso davanti allo stabile in quarantena


1970

«Dalle 22 di ieri sera c’è un presidio fisso delle forze dell’ordine in via Marconi 24 ore su 24 e resterà lì per i prossimi 14 giorni. Il ragazzo contagiato non lavorava da più di un mese. Sono quindi false ulteriori ricostruzioni», a ribadirlo è il sindaco di Palma Campania, Nello Donnarumma, che ieri sera ha annunciato il nuovo contagio da Coronavirus in città, il primo tra la folta comunità bengalese in città. Si tratta di un 50enne che ora si trova in terapia intensiva ed intubato a seguito della polmonite. L’uomo, come detto, non andava in fabbrica da circa un mese, dunque il contagio potrebbe essere limitato.



Frattanto le forze dell’ordine e gli operatori sanitari intervenuti hanno anche smentito lo spettro del sovraffollamento: il 50enne vive in un’abitazione con sei colleghi connazionali ma in un appartamento grande con non più di due persone per ogni stanza. Ingente è il numero delle persone poste in quarantena, un centinaio, e che abitano nello stesso stabile. Ecco il motivo per cui si è reso necessario sorvegliare la palazzina “h24” con vigili urbani e guardie ambientali. A loro anche il compito di sostenere i residenti per la spesa e le altre incombenze.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE