Nola, scappa al casello dell’A30: sperona i carabinieri e viene arrestato dopo la fuga


1479

Non si ferma all’alt della Polizia e causa un inseguimento di diversi chilometri in autostrada, con speronamento di un’auto di servizio e concluso con una colluttazione con gli agenti. Protagonista della vicenda, un 35enne residente a Siano (Salerno), arrestato per i reati di oltraggio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, evasione dagli arresti domiciliari e cessione di sostanze stupefacenti, oltre alle violazioni previste per il Covid-19.Il fatto è avvenuto ieri mattina: una pattuglia del Distaccamento Polstrada di Nola, impegnata al casello di Nola della A30 Caserta-Salerno per i controlli dell’emergenza Covid-19, ha intimato “l’alt polizia” a un’auto, guidata dal 35enne, che non si è fermato e ha iniziato la fuga, diventata in breve inseguimento lungo l’arteria autostradale in direzione sud. All’altezza dell’area di servizio Angioina Sud il 35enne ha trovato il posto di blocco autostradale organizzato dalla Polstrada per i controlli legati all’emergenza Covid-19: per evitare il fermo, il 35enne ha quindi percorso la corsia riservata ai mezzi pesanti, forzando il blocco autostradale. Si è aggiunto quindi all’inseguimento anche il funzionario responsabile del servizio e un’altra auto della sezione capoluogo del Compartimento Polizia stradale per la Campania e la Basilicata.Dopo svariati chilometri, il conducente ha speronato un’auto di servizio, fermandosi contromano rispetto al flusso veicolare, e nelle fasi precedenti all’arresto, al fine di guadagnarsi la fuga nel tentativo di divincolarsi, ha dato vita a una colluttazione con gli agenti. Il pm di Nocera Inferiore ha disposto gli arresti domiciliari per il 35enne.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE