Tra dicembre e gennaio scorso aveva messo a segno due volte, e tentato una terza, la truffa del falso incidente stradale ai danni di alcuni anziani dell’area vesuviana, realizzando un bottino di 10 mila euro circa in gioielli e 500 in contanti. Un 30 enne di Napoli, residente nel rione Sanità, è stato arrestato ieri sera dai Carabinieri. La tecnica era sempre quella di telefonare alle vittime e di informarle di un falso incidente stradale nel quale sarebbe rimasto coinvolto un familiare, che avrebbe rischiato l’arresto. Poi la richiesta di versare una cauzione da mettere insieme con denaro o, in alternativa, di gioielli. A volte il truffatore riferiva anche che nell’ incidente una donna incinta aveva perso il bambino per responsabilità del parente della vittima. Il 30 enne è stato bloccato dai Carabinieri della Tenenza di Cercola e messo agli arresti domiciliari su disposizione del Tribunale di Nola. Deve rispondere di truffa ad anziani.