Anche al cimitero di Saviano erano in troppi: all’ingresso del luogo di silenzio, oltre ai familiari strettissimi, così come consentito dalla legge, c’era un gruppo formato da venti persone almeno. Tutte sono visibili da una foto che è spuntata sul web e che mostra l’ingresso del camposanto cittadino, mentre sta per entrare il feretro del sindaco Carmine Sommese stroncato dal Coronavirus. Una nuova “tappa”, dunque, del caso-Saviano, diventata zona rossa dopo le immagini del corteo di ieri dove in centinaia sono scesi in strada per omaggiare il sindaco-chirurgo.

Nell’immagine scattata davanti al cimitero sono visibili in serie: la bara con il corpo del povero medico vittima del Covid-19, alcuni familiari a cui abbiamo coperto il volto, la fascia tricolore sul feretro, gli operatori dell’agenzia di pompe funebri, a destra un vigile urbano in alta uniforme, ed in fondo lo scenario peggiore. Ammassati in uno spazio strettissimo si notano infatti circa 20 persone già all’interno del cimitero, e si presume in barba a tutte le norme sul distanziamento sociale e sulla sepoltura per cui i decreti anticontagio prevedono la presenza esclusiva dei soli parenti più stretti.