Il sindaco Antonio Del Giudice lo ha sempre rivendicato: Striano è stata la prima città, almeno nell’area vesuviana, ad avere aperto il Centro Unico di Raccolta alimentare al fine di sostenere quei lavoratori che a causa del lockdown non riescono più a sostenere le famiglie. Un riconoscimento arrivato anche dal Tg3 Campania che oggi è stato proprio nella cittadina agrovesuviana per mostrare il lavoro dei volontari e della macchina amministrativa.

«L’idea ci è venuta quando dopo il primo caso di Coronavirus a Striano, ci siamo resi conto che bisognava chiudere tutto. Abbiamo organizzato il centro di raccolta e di smistamento, grazie naturalmente ai tanti volontari di protezione civile del territorio e chiaramente attraverso le aziende benefattrici, che tanto stanno facendo per garantire beni primari a tutti». Ogni giorno il Centro di raccolta strianese consegna decine di pacchi alimentari e si andrà avanti anche dopo l’emergenza sanitaria per tutto coloro che avranno comunque difficoltà.