Come i Beatles e gli U2, il rapper di Cimitile, Clementino, è salito sul tetto della sua abitazione e si è esibito in una live. Davvero una fortuna per i suoi vicini di casa: «Ho scelto di improvvisare questa mini esibizione sul tetto di casa mia in piena quarantena perché dopo un mese c’è bisogno di nuova energia, l’ho fatto per me e la mia famiglia e specialmente per il mio paese. Credo che noi artisti abbiamo il dovere morale di intrattenere le persone specialmente nei momenti di difficoltà, e vedere tutti i vicini affacciati al balcone per seguire il mio concerto è stata una emozione unica. Abbiamo trasformato per un’oretta una giornata normale di quarantena in una bellissima Pasquetta». E da lì il collegamento di ieri anche con RaiUno, dove La Vita in Diretta ha voluto che l’artista risalisse: «Ieri alla Vita in Diretta oltre ad essermi esibito con “La cosa più bella che ho” abbiamo parlato dei Lavoratori dello Spettacolo ed abbiamo lanciato un appello al governo», ha concluso Clementino.