È il secondo poggiomarinese morto per Coronavirus, ma se n’è andato a Bergamo, lontano purtroppo da tutti i suoi affetti: la vittima aveva solo 31 anni e lavorava come insegnante in Lombardia. Enrico Catapano, poggiomarinese emigrato da qualche anno, si è arreso giovanissimo al Coronavirus in quella Bergamo che ha fatto registrare numeri altissimi di decessi per il Covid-19. La notizia è di oggi ed è arrivata come una coltellata nella località vesuviana dove Enrico e la famiglia sono conosciuti e benvoluti anche per il loro impegno sociale.

Purtroppo le voci sul decesso si erano rincorse per qualche ora fino ad arrivare alla conferma: Enrico era ricoverato già da qualche settimana in terapia intensiva all’ospedale Papa Giovanni XIII di Bergamo, dove il virus lo ha stroncato. Secondo quanto appreso il 31enne avrebbe potuto contrarre il Covid in ospedale dove qualche settimana prima era stato ricoverato per un piccolo intervento. Appena possibile la salma del giovane tornerà nella sua Poggiomarino per una sepoltura riservata come da Decreto a pochi familiari stretti.