Terzigno piange Raffaele Bifulco, il maestro 59enne ucciso dal Coronavirus. Da due anni era residente a San Valentino Torio dove oggi è lutto cittadino. Il maestro della scuola di Torre del Greco è deceduto al Cotugno e oggi la sua salma sarà portata direttamente al forno crematorio del Salernitano dove sarà effettuata la benedizione della salma solo con i familiari più stretti.

Intanto è forte il dolore nella sua Terzigno dove il professore era noto e benvoluto, anche per il suo attaccamento calcistico alla squadra locale. Affranti anche i suoi colleghi e tutti coloro che lo conoscevano. In molti lo ricordano come una persona umile, solare e sempre disponibile. Il presidente dell’A.C. Terzigno 1964, Alberto Romano, suo caro amico lo ricorda così: «Avvocato, così ero solito chiamarlo. Che brava persona. Umile, schietta, gioviale, sempre sorridente, un vero peccato. Abbiamo assistito insieme, anche fuori casa, a molti incontri del nostro Terzigno, tifando appassionatamente ed ho potuto da vicino apprezzare la sua profonda competenza nel nostro sport più amato… il Calcio».