Sant’Anastasia terrorizzata dai 50 casi di Coronavirus: parte la quarta sanificazione


2515

Toccherà le strade di periferia il quarto intervento di sanificazione programmato dal Responsabile del Servizio Ambiente, Antonio Cantalupo per domani sabato 28 marzo dalle ore 8:30 alle 11:30 circa. Il Responsabile Cantalupo ha, ovviamente, tenuto conto della situazione attuale relativa ai contagi per il nuovo virus ed ha inserito via Padre Raimondo Sorrentino tra le strade da sanificare. L’intervento complessivo verrà fatto a macchia di leopardo sulle strade periferiche, dando priorità ed interesse a quelle non sanificate negli interventi fino ad oggi disposti, come ad esempio via Archi Augustei, via Santa Chiara, via Castiello ed altre prossime alle abitazioni.



La disposizione firmata poco fa dal Responsabile del Servizio Ambiente va ad integrare, quindi, il primo intervento fatto già nelle strade periferiche del paese e sarà attuato da un mezzo specifico per detta attività, con due uomini, un autista ed un operatore a terra con la freccia. Non sono esclusi altri interventi nei prossimi giorni, secondo le indicazioni dell’Istituto Superiore della Sanità (ISS), che prevede il ricorso alle sanificazioni di strade, marciapiedi e piazze per tutelare la salute pubblica, ma con interventi non frequenti e non invasivi al fine di evitare effetti controproducenti e nocivi per l’ambiente e le falde acquifere, nonché per gli stessi operatori. Gli interventi straordinari che l’Ente sta attuando hanno valore di integrazione e non di sostituzione delle modalità con cui normalmente si provvede alla pulizia stradale.

Come già noto è raccomandato ai cittadini di evitare di bruciare materiale plastico nei caminetti e di utilizzare quale materiale combustibile per i camini solo ed esclusivamente legna (o pellet per le relative stufe) e non anche altro materiale, compreso mobilio. Inoltre i cittadini di Sant’Anastasia sono esortati a collaborare, evitare passeggiate, evitare di entrare in contatto diretto con le persone, evitare di sostare nelle piazze e restare a casa con i propri familiari.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE