Psicosi Coronavirus, chiuse due aree agli Scavi di Pompei


1003

L’epidemia da Coronavirus ha indotto l’amministrazione del Parco Archeologico di Pompei a disporre la chiusura di alcuni edifici e ambienti degli Scavi, fino a data da destinarsi. «In relazione alle misure urgenti per il contenimento dell’emergenza Covid19 “Coronavirus” – è scritto in una nota della Soprintedenza – l’Amministrazione, a far data dal 3 marzo 2020 e fino a nuova comunicazione, ha disposto la chiusura del Lupanare, delle Terme del Foro, della sezione femminile delle Terme Stabiane e degli ambienti termali dei praedia di Giulia Felice». La comunicazione è firmata dal direttore generale del Parco Archeologico di Pompei, Massimo Osanna.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE