Mercoledì era stato comunicato un primo caso di positività nello stabilimento Avio Aero di Pomigliano d’Arco. Un impiegato 40enne risultato positivo al Covid19 e per il quale erano stati già messi in quarantena una cinquantina di suoi colleghi, molti dei quali proprio di Pomigliano d’Arco. Ieri la notizia di un secondo caso risultato positivo al tampone nella fabbrica aeronautica, non nello stesso ufficio, ma nell’ufficio “facility”.

Si tratta di un impiegato 50enne, residente ad Afragola, che ha avuto – pare secondo le informazioni dei sindacati – contatti anche con i reparti di produzione, anche se l’Asl sta per ora contattando i suoi colleghi più stretti, circa in venti.  Si complica dunque la situazione dell’azienda che era stata chiusa ieri e che dovrebbe riaprire i battenti martedì prossimo. Anche perchè i lavoratori piuttosto che tornare nello stabilimento minacciano sin d’ora lo sciopero.