Energumeno pregiudicato semina il panico prima davanti al Comune e poi nel punto dove periodicamente si consegnano i pacchi alimentari per le famiglie disagiate. È successo nei giorni scorsi a Pollena Trocchia, dove le forze dell’ordine sono state informate dell’accaduto e stanno raccogliendo gli elementi della triste vicenda sorta in piena emergenza Coronavirus. L’uomo, secondo quanto appreso, è prima andato su tutte le furie davanti al palazzo del Comune dove pretendeva di incontrare il sindaco al fine di ottenere “del denaro per gli omogeneizzati del figlioletto”. Qui è stato calmato da un agente della polizia municipale ed avrebbe anche trovato un benefattore che gli ha consegnato un buono per una parafarmacia. Non contento, l’uomo si è ripetuto poco dopo nel punto dove i volontari consegnano i pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà economica. Il pregiudicato avrebbe aperto il pacco, lamentandosi per il contenuto e spaccando, con tanto di minacce, i volontari impegnati in questo difficile momento. «Questa roba non mi serve, datemi da mangiare per il bambino», avrebbe urlato contro gli operatori. A fermare l’energumeno è stato un poliziotto fuori servizio che per caso si trovava in zona.