Sospesi i corsi di formazione nelle aule e stop anche alle attività che necessitano la presenza di due addetti nella stessa vettura. È quanto è stato deciso oggi nel corso di un incontro tra delegati alla sicurezza e la direzione aziendale dello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco, per contrastare la diffusione del Covid19 in fabbrica. Tra le nuove disposizioni anche la sospensione di riunioni, l’agevolazione dello ‘smart working’, l’installazione di dispenser di disinfettanti per le mani anche agli ingressi dello stabilimento e in altre aree utili. Le Rls hanno inoltre proposto iniziative per il rispetto delle distanze di sicurezza tra gli operai al lavoro. Misure che dovrebbero servire a rassicurare gli operai preoccupati dall’eventuale presenza di persone asintomatiche all’interno della fabbrica. Per domani, intanto, i Si Cobas hanno annunciato un presidio davanti allo stabilimento per chiederne la «chiusura quale unica forma di contrasto alla diffusione del virus». «Gli operai devono essere tutelati – hanno spiegato – fermiamo la produzione in tutti i luoghi di lavoro, se è necessario lo faremo con azioni di lotta e gli strumenti sindacali delle libertà di manifestazione e scioperi».