Coronavirus, il sindaco Donnarumma a Radio Musica Television: «In troppi giocano nei tabacchi»


1968

La battaglia al Covid-19 è serrata in tutti i comuni italiani. È intervenuto ai microfoni di Radio Musica Television il sindaco di Palma Campania, Nello Donnarumma, con il quale i conduttori hanno parlato della situazione nella città campana. Sulla battaglia contro il virus ha detto: «È una situazione abbastanza complessa, anche se la popolazione sta reagendo bene rispetto ai dettami del Dpcm e delle ordinanze messe in campo. La maggioranza dei cittadini ha aderito all’appello di rimanere in casa, anche se ci sono sempre casi di persone che con la scusa di fare la spesa escono dalle case per più tempo del dovuto».



Gli aiuti verso i cittadini in difficoltà: «Noi abbiamo messo a disposizione un servizio di spesa a domicilio per tutti gli over 65, perchè questa è la fascia di età che può essere maggiormente messa in difficoltà dal virus e che non riesce a reperire facilmente materiali di prima necessità. Abbiamo uno sportello di supporto psicologico che risponde 3 volte a settimana. Abbiamo messo delle restrizioni sugli orari di apertura dei negozi che possono stare ancora aperti, alle 19 si chiude così come la domenica. Ci sarà una restrizione anche per le persone che devono portare fuori gli animali domestici, perchè questa sta diventando una scusa per poter uscire fuori casa più del tempo necessario, si potrà rimanere nell’arco di 200 metri dalla propria abitazione. Inoltre voglio ringraziare tutti gli imprenditori che stanno mettendo a disposizioni mascherine e le stiamo distribuendo direttamente al domicilio grazie al Coc». «Sul territorio stanno operando numerosi volontari per questa emergenza. Questi sono momenti di grande unità, dove non esiste alcuna divisione e ognuno deve mettere quello che ha per favorire la comunità».

Sulle denunce Donnarumma dice: «Su questo tema bisogna dire che ci sono numerosi cittadini che attraverso i social mi fanno sapere che ci sono ancora persone che non rispettano il decreto Dpcm. Questo accade quotidianamente, anche se non ci sono state sul territorio di Palma denunce effettuate agli organi preposti. Noi direttamente abbiamo riscontrato cittadini che erano per strada senza motivi di necessità e le abbiamo denunciate e messe in quarantena. Più o meno sono state 30». Sulle ulteriori restrizioni: Io penso che le restrizioni come quelle attuate sul territorio di Palma Campania siano necessarie per tutto il territorio nazionale. Siamo ancora in una fase difficile, la spesa era diventata la scusa di tutti per evadere e ciò ci ha portato a decretare queste ulteriori restrizioni. Tutto sommato stiamo valutando di attuare qualche provvedimento in merito ai Tabacchi visto che numerose persone svolgono attività non necessarie come il gioco del Lotto o l’acquisto di Gratta e Vinci, per cui stiamo pensando di intervenire su questa situazione».

E ancora sui tributi locali: «Sono stati sospesi. Ora stiamo mettendo in campo un piano in merito agli aiuti, in quanto nel decreto Cura-Italia ci sono degli aiuti a cui i comuni possono accingere. Stiamo pensando di creare un bonus per quelle attività commerciali che sono costrette alla chiusura e che quindi stanno osservando più difficoltà rispetto agli altri. L’appello è sempre lo stesso, di restare a casa, di avere comportamenti responsabili, a spostarsi solo per le emergenze e per situazioni di vera necessità».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE