Droga nascosta negli ovetti Kinder, è stata arrestata nella notte tra giovedì e venerdì, a Pompei, una 37enne nota alle forze dell’ordine, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Attraverso fonte confidenziale, i carabinieri di Scafati avevano raggiunto il domicilio della donna, che ha già precedenti specifici, scoprendo in casa in sequenza un involucro contenente crack, nonchè un ovetto Kinder giallo con dentro 2,94 grammi di cocaina, suddivisa a sua volta in 10 involucri di cellophane termosaldato. In un altro ovetto Kinder, i militari hanno sequestrato 2 ulteriori grammi di crack, suddivisi in 6 involucri termosaldati, oltre ad un bilancino di precisione e 170 euro in contanti.

Riguardo allo stato nel quale è stato trovato lo stupefacente, i carabinieri hanno arrestato la donna, che ha ottenuto poi dal giudice durante l’udienza per direttissima il regime dei domiciliari in una casa a Scafati. La donna, difesa dal legale Gennaro De Gennaro, è un volto noto alle forze dell’ordine. È nota agli ambienti delle cronache come “lady cocaina”. In ragione di una serie di precedenti in ambito di sostanze stupefacenti. Una delle ultime condanne che la riguarda, a 2 anni e 8 mesi di reclusione, è quella che la condusse nuovamente in stato d’arresto per il possesso di 50 grammi di cocaina pura. Anche in questo caso, secondo le indagini dei carabinieri, il blitz era maturato dalla “soffiata” che la donna avesse ripreso, sostanzialmente, una sua personale attività di spaccio. In passato, la donna aveva subito anche un violentato attentato intimidatorio ai danni del suo bar, a Scafati. Il blitz è stato condotto nella zona residenziale di Pompei nei pressi dell’uscita autostradale. Il sequestro ha riguardato complessivamente una quantità pari a 38 grammi di cocaina crack.