Napoli-Barcellona: la prima volta non si scorda mai


65

Un’ultima grande notte di campioni per il San Paolo, o la speranza dell’impresa realmente c’è a Napoli? Arriverà il Barcellona, per una prima storica volta nel capoluogo campano: incredibile a dirsi, ma le due squadre non si sono mai affrontate prima d’ora in match ufficiali. Sarà uno scontro epico ed atteso dai tifosi azzurri, perché se è vero che l’urna di Nyon non abbia certo regalato il più facile degli avversari alla squadra di Gattuso, vero è che in tanti speravano in un sorteggio di questo tipo. Perché se vivi il sogno della Champions League, è giusto farlo sino in fondo, sfidando i migliori: soprattutto se dall’altra parte gioca quel numero dieci argentino che evoca dolci e lontani ricordi, sempre vivissimi nei cuori dei supporter partenopei.



Le quote Champions relative al match di andata degli ottavi di finale sono ovviamente a favore dei blaugrana, dati vincenti a 1.90 a fronte di un 3.60 del pareggio mentre a 3.75 è data la vittoria degli azzurri. Un Barcellona che giungerà agli ottavi di finale di andata rinnovato, con un nuovo allenatore dopo l’esonero di Valverde, in seguito al disastro in Supercoppa di Spagna e senza Suarez, ko quasi per il resto della stagione.

Non che il Napoli giunga in modo più tranquillo all’appuntamento con la storia: anche gli azzurri hanno cambiato allenatore e lentamente stanno mutando la propria fisionomia, con diversi acquisti sul mercato e la decisione sempre più probabile di non puntare più su alcuni giocatori prossimi alla scadenza di contratto, quali Mertens e Callejon.

In virtù di una classifica certo non felice in campionato, per Napoli questo match potrebbe rappresentare l’addio alla massima competizione per club per un po’: in questo momento è infatti utopistico immaginare una rimonta che porti il Napoli sino al quarto posto oggi occupato dalla Roma, piuttosto lontana. Nel mezzo soprattutto Atalanta e Milan in ripresa gli ostacoli maggiori, dovessero crollare improvvisamente i giallorossi, ma per il momento in casa azzurra anche la qualificazione in Europa League attraverso il campionato sembra piuttosto complicata.

A dare nuova linfa alle speranze di rinascita a Castelvolturno è il passaggio del turno in Coppa Italia in un epico match contro la Lazio: la semifinale nella competizione ha una doppia valenza. Innanzitutto, tiene viva la speranza di poter vincere qualcosa in una stagione iniziata male e finita peggio, con l’esonero di Carlo Ancelotti. In secondo luogo, può rappresentare la giusta scorciatoia per non uscire definitivamente dall’Europa, visto che il successo nel torneo garantirebbe un pass per l’Europa League. Da ricorda che, da questa stagione, la settima classificata nel campionato di Serie A avrà accesso alla nuova e terza competizione europea, la Uefa Conference League, sulla falsa riga di ciò che era la Coppa delle Coppe.

Napoli che contro il Barcellona potrà contare su un amuleto, elemento tanto caro alla tradizione scaramantica napoletana: quel Manolas che due anni fa realizzò una delle più folli imprese in rimonta quando vestiva la maglia della Roma, nel match di ritorno contro il Barcellona, sancendo il passaggio dei capitolini in semifinale. Dall’affiatamento del greco con Koulibaly passano inevitabilmente tante delle speranze di impresa degli azzurri contro i super favoriti catalani: un duo che mai ha convinto in questa stagione, nonostante si presentasse ai nastri di partenza come una delle coppie più forti al mondo.

L’appuntamento in casa al San Paolo contro i blaugrana di Messi è un crocevia fondamentale per l’annata di Gattuso ed anche per il suo futuro: anche un’eliminazione, ma a testa alta, potrebbe cambiare il volto di una stagione in chiaro scuro per la società sotto il Vesuvio.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE