Coronavirus, i 18 sindaci del Nolano: «Un reparto dell’ospedale dedicato ai casi sospetti»


1473

Alla popolazione chiedono di evitare allarmismi e di attenersi alle indicazioni utili alla prevenzione della diffusione del coronavirus, alle istituzioni sollecitano, invece, l’attuazione di misure idonee a fronteggiare eventuali emergenze e soprattutto a salvaguardare la salute dei cittadini. Sono le richieste unanimi pronunciate dai 18 sindaci dell’area nolana, che ieri hanno convocato il Tavolo dei Comuni dell’Agenzia di Sviluppo per organizzare un piano di azioni condivise e dirette a rassicurare e proteggere gli abitanti del territorio. Indicata come prioritaria anche la necessità di dare seguito alla predisposizione di un’area dedicata che, nel Pronto Soccorso dell’ospedale di Nola, accolga i pazienti con sintomi respiratori in modo da prevenire possibili cause di contagio. In linea con le misure urgenti contenute nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri i primi cittadini hanno disposto che «le persone che dal primo febbraio 2020 sono transitate ed hanno sostato nei Comuni focolaio del coronavirus sono obbligate a comunicare la circostanza al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio, ai fini dell’adozione di ogni misura necessaria, compresa la permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva».



I Comuni interessati dalle misure urgenti di contenimento del contagio sono: nella Regione Lombardia Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini. Nella Regione Veneto: Vo’ Euganeo. A firmare il documento sono stati: il sindaco di Camposano, Francesco Barbato;  il sindaco di Carbonara di Nola, Antonio Iannicelli;  il sindaco di Casamarciano,  Andrea Manzi;  il sindaco di Cicciano, Giovanni Corrado;  il sindaco di Cimitile Nunzio Provvisiero;  il sindaco di Comiziano Severino Nappi;  il sindaco di Liveri, Raffaele Coppola;  il sindaco di Mariglianella Felice Di Maiolo;  il sindaco di Marigliano, Antonio Carpino;  il sindaco di Nola Gaetano Minieri;  il sindaco di Palma Campania,  Nello Donnarumma;  il sindaco di Roccarainola Giuseppe Russo; il sindaco di San Paolo Bel Sito, Manolo Cafarelli;  il sindaco di San Vitaliano Pasquale Raimo; il sindaco di Saviano, Carmine Sommese;  il sindaco di Scisciano, Edoardo Serpico;  il sindaco di Tufino, Carlo Ferone;  il sindaco di Visciano Gianfranco Meo.

«In queste ore di grande preoccupazione – dice il presidente del Tavolo dei Comuni Antonio Carpino, sindaco di Marigliano – siamo concentrati ancor di più nella tutela della salute e della serenità del le nostre comunità. Siamo in costante contatto con l’azienda sanitaria, con la Prefettura e con la Regione per essere pronti ad intervenire a salvaguardia dei nostri concittadini ai quali però chiediamo di evitare allarmismi, di informarsi solo attraverso le fonti ufficiali e soprattutto di osservare le misure di prevenzione per evitare il contagio».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE