Circumvesuviana, nei bagni si fuma il crack: incubo tossicodipendenza come negli anni ‘80


1735

Le foto sono state scattate nei bagni della stazione Circumvesuviana di Ercolano. Qui alcuni pendolari intenzionati ad utilizzare il servizio pubblico si sono ritrovati davanti una scena che lascia davvero poco spazio all’immaginazione e che riportato a qualche decennio fa. Bottigliette utilizzate come “pipe” artigianali tipiche dei fumatori di crack e tracce della sostanza sparse tra i sanitari. Insomma, un ritorno alla tossicodipendenza d’un tempo.



«Buona giornata dai bagni della stazione di Ercolano», è il commento di un utente che ha inoltrato le foto alla pagina satirica “Circumvesuviana. Guida alle soppressioni e ai misteri irrisolti”. Ad ogni modo, ironia a parte, fa paura lo scenario di abbandono e la possibilità che stia tornando in auge un tipo di tossicodipendenza tipica degli anni’ 80 e ’90 e che in qualche senso sembrava superata.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE